Mishpatim

PARASHAT MISHPATIM

LE BASI DELLA LEGGE EBRAICA

I precetti che formano l'essenza della legge ebraica sono contenuti nella Parasha di questa settimana : Mishpatim (disposizioni).

 

* * *

Le leggi e gli usi ebraici possono essere divisi in tre categorie:

 

Disposizioni - le leggi civili, che sono fondamentali per la convivenza umana, come la proibizione di uccidere, di rubare, ecc. L'umanita' si sarebbe resa conto del valore di queste leggi, anche se la Torah non le avesse promulgate.
Attestazioni - le norme relative al Sabato ebraico, alle festivita', ecc. Se la Torah non ci avesse comandato di osservare questi precetti, da soli non ci avremmo mai pensato. Tuttavia, una volta che ci sono stati dati, e spiegati dalla Torah, possiamo comprendere perche' si devono osservare.

Decreti - le statuizioni come la Kasherut, le leggi che riguardano il regime alimentare, per le quali non ci viene indicato alcun motivo: esse devono venir osservate solo perche' cosi' ci e' stato comandato.

 

La Parasha di questa settimana, mettendo in risalto il fatto che le Disposizioni ci vennero date sul Monte Sinai insieme alle Statuizioni, c'insegna che i precetti, i cui motivi si possono facilmente comprendere, devono essere osservati con lo stesso atteggiamento di sottomissione e di umilta' come i precetti che trascendono la ragione. Infatti, il nostro limitato intelletto umano puo' scalfire solo alla superficie il mistero dei veri moventi dei decreti Divini.

In questi tempi, e nell'atmosfera in cui viviamo, e' vitale spiegare queste cose, in considerazione dell'atteggiamento di tanti ebrei di fronte alla religione. Essi dicono: "Seguo volentieri quegli usi o quelle leggi che sono comprensibili, e seguo perfino quelle statuizioni che lasciano perplessi, non essendo possibile capirne i motivi." Questo riconoscere contro voglia il valore dei precetti religiosi che trascendono la ragione, apre la strada ad un atteggiamento molto piu' comune: "Osservo i precetti che comprendo, ma trascuro quelli che non riesco a capire." Tuttavia, ci bastera' un attimo di riflessione per renderci conto che in realta' i precetti fondamentali della religione sono appunto quelli che trascendono la nostra comprensione. In fin dei conti, bisogna pensare che la nostra religione ed i suoi precetti hanno la loro origine nella volonta' di D-o. Che e' infinito: sicche' sarebbe assurdo che l'uomo, essere finito, cercasse di usare il suo limitato intelletto come metro per misurare la saggezza e l'opportunita' di un comando Divino.


BETH SHLOMO - SINAGOGA DEL CENTRO - Cod. Fiscale: 97145630154